Le attività formative sono volte a completare le conoscenze e le abilità dei dottorandi oltre che a fornire le competenze relative alle tecniche e alle modalità di svolgimento della ricerca scientifica, nonché alle conoscenze di base per il perseguimento degli obiettivi formativi del corso.

L’attività formativa del dottorato in Materials for Health Environment and Energy è organizzata in:

  • Corsi ad hoc proposti dal collegio dei docenti
  • Corsi/lezioni proposti da altri corsi di dottorato della Macroarea di Scienze dell’Università di Tor Vergata
  • Corsi di LM a scelta dello studente nell’ambito dei corsi di laurea in Chimica, Chimica Applicata, Scienza dei Materiali, Fisica, Biologia, Ingegneria ed Odontoiatria offerti dall’Università di Tor Vergata
  • International courses, Summer/Winter Schools, Workshops
  • Seminari dipartimentali e interdipartimentali

Le attività formative a scelta dello studente sono obbligatorie, devono essere concordate con il Tutor e approvate dal Collegio dei docenti, che ne verifica la coerenza con il percorso formativo e/o con il progetto di tesi di dottorato.

Il complesso delle attività formative è costantemente accompagnato da un attento tutoraggio a partire da incontri regolari con i tutor e i docenti del collegio più competenti rispetto all’area di ricerca del dottorando.

Sono previste attività formative specifiche corredate di accertamento finale:

  • Partecipazione, come relatore, a workshop, convegni nazionali e internazionali su temi legati alle specifiche aree di ricerca del dottorando.
  • Organizzazione, da parte dei dottorandi, di giornate di studio, workshop, convegni nazionali e internazionali presso istituzioni di ricerca pubbliche o privata, nazionali o internazionali, anche con interventi dottorali finalizzati alla pubblicazione in riviste specializzate.

Il monitoraggio delle attività si basa sulla presentazione al tutor di adeguata certificazione e/o relazione da parte dei dottorandi.

È fortemente raccomandato un periodo di soggiorno di almeno tre mesi all’estero presso qualificate università o enti di ricerca.

L’ammissione all’anno successivo e all’esame finale di dottorato prevede:

  • Stesura di una relazione del lavoro annuale
  • Esposizione del percorso di ricerca al Collegio dei docenti
  • Valutazione dei papers e/o considerazione del risultato della peer review da parte dei Componenti del Collegio del dottorato.